VIAGGIO NEI MESTIERI TRADIZIONALI DELLA GONDOLA

ARTE E TERAPIA – Gli artisti esploratori di A.D.A con Venezia
24 February 2021
Parco regionale di San Rossore
Le Meraviglie d’Italia – Le nostre mete per il 2021
4 March 2021

VIAGGIO NEI MESTIERI TRADIZIONALI DELLA GONDOLA

Tra la fine di febbraio e la metà di marzo, ADA con Venezia ha proposto un viaggio attraverso i mestieri tradizionali che si sono sviluppati attorno alla costruzione e alla decorazione della gondola: i battilòro, i fondidori, i remeri, gli indoradori, gli squerarioli e i tapessieri.

I battilòro, depositari di un’arte antica forse giunta a Venezia attorno al Mille, trasformano l’oro in sottilissime foglie, poi applicate dai doradori, che, insieme agli intagiadori, operano sulle decorazioni della gondola. La doratura della gondola è molto particolare, perché richiede una tecnica specifica che tiene conto della salsedine lagunare. Il lavoro dell’indoradore è tanto più importante quanto più l’imbarcazione è destinata a occasioni di rappresentanza: matrimoni e parate. Indoradori e intagiadori , assieme a specieri e minadori costituivano l’antica Arte dei depentori, il cui capitolare risale al 1271. I remeri si costituiranno in Corporazione qualche tempo dopo, nel 1307.

I fondidori sono i creatori dei cavalli e di tutti gli ornamenti metallici. I remeri sono i carpentieri specializzati nella costruzione di remi e forcole, mentre gli squeraroli costruiscono lo scafo. La bottega del remèr è un luogo in cui si fondono tradizione e innovazione, perché accanto ai nomi antichi degli oggetti e degli strumenti di lavoro si continua a innovare la tecnica del remo, adattandola all’evoluzione della barca, al modo di vogare e allo stile del gondoliere.  Infine i tapessieri predispongono l’arredo del parecio, l’apparato mobile della gondola che ospita i passeggeri.

L’iniziativa, che ha riscosso successo di partecipazione, nonostante il periodo, ha fatto conoscere una realtà produttiva artigianale tutto sommato poco nota ai residenti. Gli artigiani, abituati a comitive di turisti, hanno con piacere mostrato il loro sapere ai concittadini. Il tour potrà essere replicato quando sarà possibile.